Istituto

L’Istituto d'arte intitolato all'artista “A.Vittoria” (scultore, medaglista e architetto nato a Trento nel 1525 e morto a Venezia nel 1608) nasce come sezione staccata dell’Istituto d’Arte di Venezia nel settembre 1953, sotto la direzione del professor Bruno Colorio, proveniente dalla direzione della Scuola d’Arte di Pozza di Fassa. Dopo un inizio difficile con due sole classi, l’Istituto andò via via rafforzando la propria presenza sul territorio, ottenendo anche il riconoscimento dell’autonomia.

In seguito all'ultima riforma dell'istruzione secondaria superiore, l'Istituto d'Arte è stato incardinato nel sistema dei Licei, senza per questo perdere le proprie peculiarità: ad una formazione di tipo liceale nel comparto umanistico-scientifico si affianca una solida preparazione nel campo della progettazione, formando professionisti dell'arte che nel corso del quinquennio maturano una consapevolezza del lavoro creativo in tutte le sue sfaccettature, dall'ideazione alla realizzazione pratica.

Il Liceo Vittoria è in grado di offrire agli studenti un'esperienza di lavoro pratico completa e aggiornata nei settori più tradizionali (arti figurative, architettura e ambiente, design del prodotto) così come in quelli più d'avanguardia (multimedia, virtual design), grazie a laboratori curati e mantenuti costantemente aggiornati alle ultime tecnologie.

La completezza dell'esperienza formativa offerta dall'Istituto consente allo studente, al termine dell'Esame di Stato, un ampio ventaglio di possibilità proseguendo la propria formazione in qualsiasi ambito universitario, specializzandosi in determinati campi artistici o tecnici o immettendosi nel mondo del lavoro.

L'Istituto consta di due sedi, una sede principale sita in via Zambra, 3 e una succursale in via Disertori, 60.